• 0808091021
  • info@42gradi.com
  • Vecchie Segherie Mastrototaro
LA CLASSE il programma

LA CLASSE il programma

La Classe, novità di questa edizione, è composta daun gruppo di ragazze e ragazzi fra i 16 e i 19 anni. Ospiti di 42 gradi e alloggiati presso il Seminario Arcidiocesano di Bisceglie, sono invitati a seguire la manifestazione, guidati ogni mattina in una ricognizione fra esperienze produttive in sintonia con i temi trattati e coinvolti nei pomeriggi in un laboratorio condotto da Antonio Catalano.

RICOGNIZIONI

Giovedì 28 luglio – ore 9,30

TERSAN – Modugno

Visita alla TERSAN per conoscere idee e contenuti di un’impresa nata per riportare alla terra ciò che la terra produce. Qui si trattano i rifiuti umidi perché diventino fertilizzanti ecologici e con l’avanzo degli avanzi si produce biogas.*

*Una certa dotazione di posti sui bus permette a la Classe di accogliere per le ricognizioni qualche ospite. Basta chiedere!

Venerdì 29 luglio – ore 9,30

BIOMAT – Foggia

Visita alla BIOMAT Canapa di Foggia, dove scoprire il circolo virtuoso che, partendo dalla coltivazione della canapa, porta alla produzione di materiale edile destinato alla costruzione di case attente alla salute di chi le abita.

Sabato 30 luglio -ore 9,30

FABLAB/MANZI MARMI – Bitonto

Con MANZI MARMI, impresa dedita alla cava e alla valorizzazione della pietra, si visita il laboratorio FABLAB del Politecnico a Bitonto. Qui il professor Nicola Parisi indaga lo sviluppo di stampanti 3D in grado di costruire case utilizzando “avanzi”. Così, l’antica tradizione dei cavatori tranesi incontra la più avanzata tecnologia per farsi futuro.

Domenica 31 luglio – ore 9,30

MASTROTOTARO Food/BICILIAE – Bisceglie

Visita all’impianto produttivo di MASTOTOTARO FOOD e al borgo antico di Bisceglie con l’assistenza dell’associazione BICILIAE. Si parte dal campo magico: 25mila metri quadri di telai dedicati a quei rubini che il sole trasforma.

Giovedì 28/Domenica 31 – ore 15,30

Castello Svevo Angioino

IL LABORATORIO

La Classe partecipa ad un laboratorio dedicato alla costruzione di un popolo fatto di scarti, di avanzi raccolti dal mare, destinati ad abitare il “Giardino condiviso del CEA” – ex cimitero seicentesco della Chiesa del Purgatorio, attiguo al Castello Svevo Angioino. Un’attività di valorizzazione realizzata con ZonaEffe, nell’ambito del progetto “Spazi di Prossimità” della Regione Puglia. Laboratorio condotto da Antonio Catalano.

ANTONIO CATALANO

potentino, attore, scrittore, pittore, scultore, poeta, panettiere, costruttore di mondi sensibili e cofondatore della Casa degli alfieri, noto centro di produzione artistica con sede nell’omonima casa-teatro sulle colline del Monferrato (in provincia di Asti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.